Galeotto fu il gallo rauco

La nostra giornata inizia alle 5, nonostante avessimo fissato la sveglia alle 7.30...perchè? Per colpa di un gallo RAUCO...
Io e Stefania però abbiamo avuto la possibilità di goderci l'alba...ecco uno scatto FATTO DA ME mentre Pier Paolo DORMIVA!!!

Dopo un buonissimo yogurt greco con miele per colazione, si salpa...direzione Trizonia: 10 ore di navigazione passando per il golfo di Corinto e sotto il ponte di Patrasso.
Ma prima un bagnetto alla Blue Cave dove ho vissuto momenti di paura e delirio: Pierpi mi propone di fare dei video con la sua PREZIOSISSIMA go-pro. Me la lega al polso con 7 nodi strettissimi e impossibili da sciogliere. Io e Stefy partiamo e nuotando in queste acque meravigliose ci dirigiamo verso l'arco nell'arco....ecco foto prima della sfiorata tragedia.

Blue Cave Zante

Dopo aver girato alcuni video (li metterò da casa perchè pesano troppo!), noto con terrore che la go-pro si era appena sciolta dall'altro capo della cimetta e la vedo scendere giù ed adagiarsi sul fondo. Prima prova Stefy ma niente, era troppo profondo. Vediamo passare accanto a noi un inglese che faceva snorkeling...è stato il nostro eroe!!! Chissà forse adesso non potevo stare qui a raccontarlo!!!

Dopo 10 ore di navigazione (eeeeeeeeeeeeeee!!!) arriviamo a Trizonia, un'isoletta molto vicina alla costa, con un duplice aspetto: il lato del molo fatiscente ed abbandonato; dietro la prima fila di case invece si sbuca sulla parte turistica vitale curata e accogliente! Anche lì Saganaki a Go-Go (Tranne Sandrino che prende sempre la green salad da non sbagliare con la greek salad!)